59 / 100

La pressione emotiva ti schiaccia? Dalla fisioterapia arriva una soluzione completa per eliminare lo stress accumulato e superare al meglio le sfide quotidiane.

Cosa fare quando lo stress diventa burnout, ovvero quando arriva a minacciare il tuo benessere e la tua serenità?

Succede più spesso di quanto si pensi. Tutti ci troviamo ad affrontare scadenze, riunioni importanti, trasferte di lavoro, sfide personali e familiari, competizioni sportive… perfino occasioni felici come il matrimonio, la tesi di laurea o l’opportunità di esibirsi davanti ad un pubblico portano con sé un carico di aspettative ed emozioni non sempre facili da gestire. E questo carico può schiacciarci, o comunque metterci in serie difficoltà.

A farne le spese sono sia l’umore che il corpo, che comincia a manifestare sintomi come:

  • ansia
  • tachicardia
  • rigidità e contratture muscolari
  • forte spossatezza e cali di energia
  • cervicalgia
  • vertigini
  • attacchi di panico
  • mal di schiena e altre forme di blocco psico-fisico.

Se riconosci queste sensazioni, sai quanto possono essere invalidanti. E il timore che possano rovinare un momento importante non fa altro che peggiorare la situazione, poiché crea un circolo vizioso in cui l’ansia e le preoccupazioni si autoalimentano.

Combattere lo stress con la fisioterapia: tecniche in sinergia per il benessere psicofisico

Cosa c’entra la fisioterapia con lo stress? Semplice: un bravo fisioterapista sa capire quando un problema fisico nasce dalla tensione psicologica, ed è in grado di mettere a punto una strategia per eliminare lo stress accumulato, in tempi rapidi e senza l’uso di farmaci o altre sostanze.

Questo perché il tatto è un vero e proprio calmante naturale, ed il potere rilassante e curativo di massaggi, manipolazioni e manovre manuali (di cui la fisioterapia fa largo uso) è ormai riconosciuto: moltissimi psicologi, ad esempio, consigliano di coadiuvare la psicoterapia con delle sedute di massaggio.

Applicando competenze specialistiche al trattamento di casi concreti, in ambito sportivo con calciatori di serie A e in quello dello spettacolo con personalità del piccolo schermo, ho testato un metodo fisioterapico per combattere lo stress in vista di un evento importante. Si tratta di un vero e proprio percorso, che aiuta anche a prepararsi fisicamente, a sostenere la performance e ad apparire al meglio delle proprie possibilità.

Un rimedio che non è solo una cura anti-stress, ma anche un concreto supporto fisico ed estetico: se dentro provi calma, relax e benessere, fuori puoi apparire e rendere al massimo.

Inoltre, alcune fasi del trattamento sono studiate per regalarti un aspetto immediatamente più fresco e disteso.

Come funziona PhysioCalmness, il metodo fisioterapico contro stress e burnout

Ho sviluppato il metodo PhysioCalmness dopo anni di sperimentazione pratica: si basa su un mix di tecniche fisioterapiche di comprovata efficacia, rese ancora più potenti grazie ad un approccio olistico e innovativo.

  • Ognuna viene sfruttata quando serve davvero: alcune tecniche sono più indicate come preparazione all’evento, altre immediatamente a ridosso o dopo, in fase conclusiva e di recupero.
  • La loro combinazione è personalizzata: scelgo su quali puntare in base alla causa specifica del malessere e al tipo di evento da gestire.
  • Effettuo il trattamento ovunque tu ti senta più a tuo agio: a casa, sul luogo stesso dell’evento o presso il mio studio a Milano.

Per combattere lo stress prima dell’evento ricorro solitamente a:

  • Linfodrenaggio manuale, per “ricominciare a fluire” metaforicamente e fisicamente, ritrovando una sensazione di leggerezza; questo è molto utile per arrivare al grande giorno visibilmente più sgonfi e asciutti
  • Fisiokinesiterapia e trattamento dei disturbi muscolo-tensivi per sciogliere i blocchi, migliorare la respirazione e affrontare il momento con la postura e l’ossigenazione corretta, specie se ti aspetta un viaggio o una trasferta
  • Massaggio al viso, per un’immediata sensazione di relax e un volto radioso.

Per recuperare dopo l’evento e affrontare il calo dell’adrenalina e lo stress post-performance sfrutto invece le proprietà del trattamento rilassante (o del massaggio sportivo, se la prestazione fisica è stata di tipo atletico).

Ogni seduta di PhysioCalmness ha una durata minima di due ore; il trattamento è sempre diverso perché viene personalizzato, sia in termini di durata che di tecniche da utilizzare, in base alla specifica situazione psicofisica di chi lo riceve.

Vuoi saperne di più?

Trovi maggiori dettagli su PhysioCalmness in questa pagina. Clicca qui >