70 / 100

In questo articolo vi spiego in maniera intuitiva come si usa il cupping.

Le coppette, come accennato più volte possono essere di materiale di plastica o di vetro, non fa alcuna differenza.

L’aria all’interno della coppetta viene aspirata tramite una pratica pompa inversa e risucchiando la cute all’interno della coppetta crea un effetto “risucchio” addotto dal vuoto d’aria.  Sarà poi  semplicissimo fare entrare l’aria all’interno della coppetta, alzando con le dita una apposita valvola posizionata nella parte superiore della stessa e rilasciare così la cute.

Divideremo in due l’applicazione: cupping in movimentocupping statico.

Cupping in movimento

 Questo tipo di tecnica si svolge con una o al massimo due coppette, una per mano.

Si crea un “risucchio” della zona da trattare pari al 50%. In termini pratici la pelle aspirata all’interno della coppetta, deve essere metà rispetto al volume della coppetta stessa.

Si aspira la cute, della zona che andrete a trattare, sempre, dalla parte più distale (lontana) dal cuore. Una volta aspirata la cute, come si intuisce dallo stesso nome dell’applicazione, la coppetta deve essere mossa e mai stare ferma, eseguendo, nella zona da trattare, dei movimenti circolari quando si va in direzione del cuore e dei movimenti lineari quando si torna alla posizione di partenza.

Per esempio se trattate un polpaccio, aspirate il più vicino possibile alla caviglia e una volta aspirato, salite verso il ginocchio facendo dei movimenti circolari. Una volta arrivati più vicini possibile al ginocchio, scendete verso la caviglia con un movimento lineare.

Il cupping in movimento è consigliato per trattare zone più superficiali e regioni più ampie, il tempo di trattamento è variabile in base al tipo di disfunzione fisiologica da trattare.

Cupping statico

 Il cupping statico è indicato, a differenza di quello in movimento, per trattare problemi anatomici e strutture più profonde.

Come si deduce dallo stesso nome dato all’applicazione, la coppetta non va assolutamente mossa, in questo tipo di tecnica possiamo usare da una, fino a un massimo di 20 coppette.

Creeremo un “risucchio” della zona da trattare pari all’80%, ossia, si aspira la pelle all’interno della coppetta valutando visivamente i 3/4 rispetto al volume della stessa.

In questo tipo di tecnica gioca un ruolo fondamentale il colore della cute. Per ottenere un buon risultato la cute aspirata, prima di fare entrare l’aria all’interno della coppetta e rilasciare la cute, deve essere arrossata al 100%.

Dieci minuti sono il tempo ideale per trattare la maggior parte delle problematiche, ma cinque minuti potrebbero bastare per offrire qualche beneficio al cliente. Tuttavia,  è bene non tenere le coppette per più di 15 minuti.

Se il risucchio è troppo doloroso da sopportare, rimuovi le coppette prima del tempo previsto.

La prossima settimana vi spiegherò sul mio blog e sui miei canali social come applicarla nel dolore di schiena.

Per qualsiasi domanda, chiarimento o consulenza su come si usa il cupping, scrivetemi o visitate il mio blog, vi risponderò il prima possibile, per altri argomenti trattati o curiosità seguitemi su tutti i miei canali social e per i video tutorial seguitemi sul mio canale you-tube.

Prova un mio trattamento, sarà un enorme piacere prendermi cura del tuo benessere.

Per info o prenotazioni : Link